mercoledì 14 dicembre 2011

In aula pratica I.F.S.E.: Risotto con gamberi e caponata di verdure



ingredienti della mise en place
 
Tanto per cominciare: ricetta alla mano, procurarsi tutti gli ingredienti necessari, preparare la mise en place e seguire le indicazioni dello chef. 

Con i ragazzi ci organizziamo e suddividiamo i compiti così che una volta recuperate le bilance e portati in postazione gli alimenti segnati nella lista della ricetta, si possa cominciare.
Una carrellata di immagini per rivivere i minuti che raccontano le lezioni di cucina in aula pratica ad I.F.S.E. Nonostante le 9 del mattino, la curiosità per la preparazione del piatto che seguirà ci stimola ad accelerare i tempi che i primi giorni erano infiniti. Ora nessuno ci fermerà!!! o quasi..
 

 
Attenzione a non far imbrunire la cipolla, sale si sale no, corri a prendere il brodo, taglia a julienne no! a brunoise, brucia lo scalogno e tutto va in fumo? Assolutamente impossibile...tutti riuniti di fronte alla postazione dello chef Riccardo Marello, cerchiamo di memorizzare visivamente i passaggi più complessi oltre a prendere appunti se il maestro preferisce modificare lievemente la ricetta in atto che tutti i giorni ci consegnano in versione cartacea.



i ragazzi del corso Professione Cuoco





La giornata dedicata ai risotti si classifica tra le mie preferite, avida di sapere e decisa a rubare i trucchi per rendere uno dei piatti che più amo cucinare un enorme successo, ho recuperato le padelle adatte e acceso i fornelli a induzione. Passo a passo dal trito dello scalogno all'impiattamento lo chef ci ha affiancati e rispondendo a qualsiasi domanda.





Arrivati alla mantecatura si procede con l'impiattamento con estrema cura e fantasia come insegna la filosofia della scuola I.F.S.E. 
Per me la presentazione, dopo aver ottenuto il giusto sapore per il piatto, è un'arte che scaturisce dalla passione per il cibo, per la cucina e dal desiderio di far star bene gli ospiti.





Arrivati alla fine, dopo aver controllato la sapidità degli ingredienti, la consistenza del riso e il risultato, ci sottoponiamo al giudizio dello chef. I minuti che trascorrono dall'assaggio al primo commento, sono ricchi di smorfie e gesti che contraddistinguono un vero intenditore. Noi speranzosi attendiamo il verdetto che sia esso negativo o positivo, ci darà le dritte per continuare a migliorare.
 




Testiamo il piatto dello chef Marello e successivamente ci "buttiamo" a capofitto sui piatti degli altri...sarà per imparare, sarà perchè ci si vuole esprimere il proprio parere, ma io non riesco mai a fermarmi alla prima forchettata, ogni scusa è buona per cedere alla gola...per poi arrivare seduta a pranzo con innumerevoli sensi di colpa e confidandomi con i ragazzi che, ormai, non vedono l'ora di salutarmi per sempre..dopo avermi definita la ragazza dei carboidrati..
...vi voglio bene lo stesso!





Risotto con gamberi e caponata di verdure

2 commenti:

staffetta in cucina ha detto...

Stai facendo una esperienza veramente unica! Complimenti e in bocca al lupo per tutto!
A presto
Alessia & Tiziana

B.B. Girls ha detto...

Complimenti davvero!! Bello il blog, raffinato, moderno e bella l'idea che hai avuto per il tuo contest!! Farò di tutto per partecipare, intanto espongo il banner nel mio blog e mi unisco ai tuoi sostenitori!! A presto e grazie di essere passata da me!!