lunedì 28 marzo 2011

Cocktail analcolico 'ABC'




Quante volte avremo letto che la vitamina C tiene lontani vari malanni di stagione e protegge i bambini da tutto e di più...?? ...e allora perchè proponendo alla mia sorellina un bicchiere di spremuta d'arancia, mi sono sentita rispondere tutte le volte un secco  NO ?!!

Ormai è tardi per proporlo a lei che è diventata maggiorenne, ma potrebbe essere d'aiuto alle mamme del web! Non sarà più l'ora della spremuta d'arancia, ma del cocktail tutto speciale.. un analcolico 'ABC'.






Il segreto è giocare con la frutta che si ha a disposizione in casa, tagliandola, sbuccialdola o spremendola...qualsiasi cosa pur di decorare a più non posso un comune bicchiere, per l'acqua o per le bibite, non ha importanza!

Qualche oggetto accattivante come le cannucce, miscelatori per bibite e ombrellini, riuscite a recuperarlo?..e una spolverata di zucchero a velo



Oltre ad essere una bevanda da grandi, sarà un utile escamotage, cheap-cook e fast-cook, per far divorare le decorazioni e recuperare tutte le vitamine possibili e immaginabili..con meno difficoltà del previsto!

domenica 27 marzo 2011

Cupcake da THAT'S BAKERY: un "pezzo" di New York a Milano



Tra binari dei tram, fili dell'alta tensione, stazioni metropolitane e negozi vintage, a Milano si nasconde un piccolo rifugio che propone tante delizie dal gusto e colore american style.

Per qualche minuto la mente viaggia in una delle mie città preferite, New York City, precisamente la Magnolia Bakery!
...colori, profumi e un'atmosfera surreale...


 THAT'S BAKERY 
Via Vigevano, 41
Milano


Che dire della location, un piccolo paradiso dove trionfano i colori della nocciola e del latte mescolati ai colori shock dei mitici e innumerevoli cupcakes!
Ogni angolo è magistralmente sfruttato con elementi dal design ricercato seppur sobrio come il portariviste da parete bianco IKEA in contrasto con il colore beige scuro della pittura, indicato per la collocazione dei Menù. La grafica delle liste è semplice, studiata per richiamare in copertina la texture a strisce delle pareti e il tipico tendone delle gelaterie italiane!


Sembrerà strano, ma ultimamente mi imbatto in ristorantini e caffetterie dai colori e dettagli ricorrenti. Per esempio le viti che sigillano il bancone sono lasciate volutamente a vista per un effetto borchiato davvero piacevole.
Le vetrine contengono delle vere e proprie opere d'arte dal sapore ignoto...come si fa a fermarsi al primo assaggio di fronte a queste meraviglie?!
Nell'arredamento si nota un mix di stili, dal moderno al country come voler promuovere l'uso di prodotti naturali sia nella cucina sia nel look del locale, riproponendo i gusti di una metropoli in un ambiente più familiare. 
That's Bakery diventa il rifugio dalla caoticità della città grazie persino alle tonalità riposanti dei colori che circondano l'ambiente.


Cuscino a righe su sedia in legno verniciata,
tovaglietta di carta
Credenza in stile provenzale contiene scatole
per il take-away
La porta d'ingresso
Non ho potuto far a meno di avvicinarmi ad osservare l'ordine con cui erano stati posizionati le cupcakes multicolor...a volte a scacchiera o a gradazione cromatica o a strisce dello stesso colore...insomma, da mangiare con gli occhi!!!
"Dolcis in fondo"....potrete contare sull'ora di pranzo per un hamburger o un tipico BRUNCH ...














lunedì 21 marzo 2011

C'era una volta il pranzo di una principessa...




C'era una volta una principessina, il suo colore preferito era il rosa e dopo la scuola tornava al castello per pranzare insieme alla sua mamma, la regina.
Si sedeva sulla sua poltroncina e iniziava a gustare il suo pranzetto tutto fatto da gioielli commestibili!

Il braccialetto di polpettine vegetali da sfilare una ad una...
...gli orecchini di patate al forno
il ciondolo a forma di cuore è un hamburger di vitello al formaggio...

Quando aveva finito di mangiare e bere nel suo calice rosa, la principessa si alzava dalla poltrona tutta contenta e seguiva le indicazioni della regina per passare le ore successive in compagnia.


i dettagli di archcook:

piatti e bicchieri in plastica rosa Maisons du Monde
hamburger: formina a cuore per uova in padella
















Un RISIN accompagna Budino al Cioccolato



Alzi la mano chi non l'ha mai fatto...preparato per budini in busta, 500ml di latte tutto in casseruola, girare per qualche minuto con un cucchiaio di legno portando a ebollizione...versare nello stampo e via nel frigorifero...!!

Se mi dite che non vi ritrovate nella descrizione...non ci crederò maiii
Poche righe per mostrare un'idea superveloce per servire con eleganza un comune preparato per budini al cioccolato.

Il trucco sta nello scegliere uno stampo con forma accattivante o piuttosto contenuta per far raffreddare la monoporzione di budino. Prima di versare il composto in ebollizione, bagnare con acqua fredda lo stampo.
Rovesciare sul piatto, che avrete scelto con cura, e abbinare un biscottino ricercato, stravagante, burroso e che non abbia la consistenza del cantuccio..mi raccomando!
Nel mio caso ho optato per un  Risin della Lomellina a base di farina di riso, dal colore delicato e al palato leggero che si abbina meravigliosamente al gusto del budino che voglio prevalga sul biscotto.

Una sbriciolata di un secondo Risin e il dessert è servito.

ps. scegliete un buon vino da dessert perchè è
possibile consumare il tipo di biscotto 
a fine pasto, anche da solo.


giovedì 17 marzo 2011

Mini Croissant Salati





Non essendo un'amante dei croissant dolci, ho pensato di rifare la ricetta in versione salata.
In meno di 20 minuti ho preparato una ventina di mini croissant al prosciutto cotto, formaggio filante e, in alcune, ho aggiunto dei gherigli di noci.

La preparazione è stata divertente oltre al fatto che sono riuscita a coinvolgere anche il mio fidanzato; ha voluto dire la sua, come sempre, ma questa volta ho deciso di seguire il suo consiglio...o meglio, ho fatto finta che il suo consiglio fosse una novità assoluta:

spennelare con l'uovo l'esterno delle briochine...



Ingredienti _ 20 croissant:

un rotolo di pasta sfoglia Buitoni
100g prosciutto cotto
10g di noci sgusciate
100g formaggio Asiago o mozzarella
1 tuorlo d'uovo


Procedimento:

srotolare la pasta e tirarla ulteriormente con il mattarello
dividerla in rettangoli, successivamente dividere gli stessi in triangoli
farcire a piacimento
 arrotolare la pasta partendo dal lato pù corto del triangolo
una volta piegati gli angoli del croissant verso l'interno, spennellare la superficie con il tuorlo d'uovo
infornare a 150° per 15-20 minuti



Per dare la giusta importanza dell'aperitivo, ho servito le briochine sul piatto tondo Alessi in acciaio, sopra ad un doppio strato di tovaglioli di carta black&white!


Dettaglio degli omini Alessi


Ad accompagnare le gustose miniature ci ha pensato una bottiglia di Bruno Broglia Gavi.
Delicato, fruttato all'assaggio con velati riflessi verdi nel giallo paglierino, si abbina piacevolmente agli stuzzichini offerti agli ospiti. 
... successo assicurato!






i dettagli archcook:

Vassoio Girotondo Alessi in acciaio inossidabile




martedì 15 marzo 2011

Risotto ai carciofi





Per la categoria chip-cook un risotto con prodotti di stagione e una spezia in più...


Ingredienti _ per 4 persone:

350g riso arborio
3 carciofi
2 tazze di latte
40g burro
1 cipolla piccola
1,5 l di brodo di dado
1/2 bicchiere di vino bianco
zenzero in polvere
parmigiano reggiano grattugiato
olio


 

 Procedimento:

far bollire l'acqua per il brodo e immergervi due dadi
tritare finemente la cipolla soffriggetela l'olio e lo zenzero
mondare i carciofi, togliendo i gambi, le punte e le foglie più dure
 tagliarli a fettine sottili dopo aver eliminato le barbe interne
immergerli in un recipiente con il latte per evitare che scuriscano
 appena il soffritto comincia a rosolare aggiungere le fettine di carciofo, dopo averle scolate e  asciugate
salare leggermente e pepare a piacimento
 far cuocere i carciofi per 5 minuti con due cucchiai di brodo di dado
 versare il riso e lasciarlo tostare qualche secondo
 versare il vino e farlo sfumare
 versare il brodo a poco a poco fino a che non si sarà asciugato del tutto
 spegnere il fuoco aggiungere il burro e il parmigiano e lasciar mantecare qualche minuto

...servire



domenica 13 marzo 2011

Casa&Bottega - Roma



Ho voglia raccontarvi la nostra tappa gastronomica durante un weekend a Roma.

Passeggiando sul lungo Tevere eravamo in direzione Pantheon e, colpita da un certo languorino, mi sono imbattuta in un delizioso ristorante-enoteca.



CASA&BOTTEGA
Via Dei Coronari, 183
Roma


Pavimento in listoni in legno decapato, pareti color avorio, soffitto con travetti in legno è il primo impatto entrando nel locale di dimensioni molto contenute, ma decisamente grazioso.

Predominano colori tendenti al grigio tortoraavorio come le tavole apparecchiate semplicemente con tovagliette e tovaglioli di carta impreziosite da  bicchieri in cristallo dalle forme moderne e ricercate. 

 
Tavola per pranzo - Tavola per cena

Molto comode le sedute imbottite e rivestite in pelle con borchiature in elementi metallici tondi posizionati sul profilo dello schienale. Abbinati alle sedie cono stati posizionati al banco del bar degli sgabelli con lo stesso rivestimento.
Il tessuto delle tende a righe sottili color tortora e avorio è in coordinato con il portapane.





La parte finale del locale è caratterizzata da un abbassamento del soffitto in voltine a mattoni a vista.

I ragazzi del locale sono simpatici e disponibili a "raccontare" con quali prodotti vengono preparati i piatti serviti. Davvero curioso è il menù: cartelletta in legno con ferma fogli!

ordiniamo....

L'antipasto di formaggi e salumi nostrani è stato servito con una confettura di cipolle in agrodolce mentre il carpaccio sembrava un'opera d'arte di colori e gusto.



Consigliato, almeno per un calice di vino e due fette di
prosciutto crudo tagliato a mano!