martedì 31 maggio 2011

Last Minute...al Basilico!




Guarda caso tutte le volte che sbircio tra i blog di cucina mi imbatto in qualche bel contest a cui non vorrei mancare, come questo, anche se a poche ore dalla scadenza parte il conto alla rovescia per proporre l'idea che chiamerò proprio....

Last Minute.. al Basilico!!!





Pochi e pregiati ingredienti:

Pesto alla Genovese
1 mozzarella di Bufana Campana DOP
basilico in foglie (del mio terrazzino)
olio extravergine di oliva


Il dosaggio è molto semplice e variabile in base ai gusti. 
Consiglierei di versare un cucchiaio di pesto per ciascun bicchierino, tagliare a cubetti la mozzarella di Bufala e inforchettare una fogliolina di basilico insieme alla mozzarella.


Verde del basilico, Bianco del latte e sapori nostrani!


La presentazione:

tovaglioli colorati Ikea
ciotoline in Bone China Ikea
cucchiaino-forchetta Pandora Design


Decisamente adatto come antipasto leggero e gustoso... 
una cromoterapia per curare lo stress di ogni giorno!



Partecipo al contest:


sabato 28 maggio 2011

Bicchierino ikea light




Pochi ingredienti e tanta fantasia:

1 yogurt greco
50g ricotta vaccina
1 cucchiaio di zucchero a velo
1 kiwi
3 biscotti allo zenzero
4 lamponi



Procedimento:

- Preparare una crema composta da yogurt greco, ricotta, zucchero a velo
- Tagliare a pezzetti piccoli il kiwi
- Sbriciolare 3 biscotti allo zenzero (ikea, giuro che non sanno di legno!)




Presentazione...dal fondo:

1° strato - kiwi
2° strato - crema yogurtricotta
3° strato - biscotti sbriciolati
4° strato - crema yogurtricotta
guarnizione di lamponi





Partecipando a:

Una serata nella DOLCEvita milanese


Appuntamento realizzato da Style Magazine con Corriere della Sera e l'Associazione di Via Montenapoleone, il cui presidente, Guglielmo Miani racconta la serata-evento:


Guglielmo Miani
 
“Dolce Vita è un evento che per la prima volta coniuga le eccellenze della moda, della gioielleria e del life style di via Montenapoleone con la tradizione pasticcera meneghina”


Carlo Montanaro, direttore di Style Magazine, mensile del Corriere della Sera, Raimondo Zanaboni, amministratore delegato RCS Pubblicità e Benoit de Crane d’Heysselae, vice-presidente dell'Associazione di Via Montenapoleone e direttore generale della filiale italiana di Louis Vuitton
foto Catalano©SGP
 
Alcune boutique della via dello shopping più esclusiva di Milano hanno ospitato pregiate selezioni della produzione delle storiche pasticcerie milanesi,  il tutto accompagnato dai migliori champagne per un connubio tra gusto, sperimentazione e originalita'.

Grazie all'invito della gioielleria Damiani, mi sono ritrovata in uno degli eventi più curiosi e golosi di questo fine di primavera 2011.

Gli ospiti di Damiani sono stati accolti con le prelibatezze della Pasticceria Taveggia:
timballini di cioccolato fondente e foglia d’argento, serviti con il vino Olmoantico

 foto Catalano©SGP

foto Catalano©SGP


Per Versace la Pasticceria Sant’Ambroeus ha preparato dei grossi gettoni di cioccolato con la scritta della pasticceria in rilievo.
L'abbinamento? Champagne Veuve Clicquot Demi-Sec
 
 foto Catalano©SGP


All'interno della boutique Hogan la Pasticceria Cucchi ha invitato a degustare i celebri pan meini, oltre a tartine di pasta frolla con creme e pasticceria di frutta

 foto Catalano©SGP


Da Montblanc la pasticceria San Carlo ha presentato deliziosi vassoietti colmi di fragole glassate e gelatina alla frutta abbinate alla degustazione di champagne Mumm
foto Catalano©SGP


Per Kidspace la pasticceria San Carlo ha realizzato dolcetti anche ai bambini: biscotti artigianali a forma di piccoli animali decorati con glassa colorata.
Le celebri bollicine dello champagne Mumm hanno accontentato i più grandi

foto Catalano©SGP


Eccezionalmente, da Larusmiani, dentro ai bicchierini di cioccolato preparati dalla Pasticceria Sant’Ambroeus, un ottimo Hennessy Fine de Cognac

 foto Catalano©SGP


 Marron glacé, alchechengi ricoperti di cioccolato e dolci di pasta di mandorla preparati dalla Pasticceria Galli accompagnati dallo Champagne Veuve Clicquot Demi-Sec
per la boutique Alberta Ferretti

foto Catalano©SGP


Nella foto Giuseppe Gattullo, della Pasticceria Gattullo, che ha servito agli ospiti della boutique Bulgari alcune delle specialità realizzate per l'occasione
abbinate a Veuve Clicquot

foto Catalano©SGP


 Una specialità della Pasticceria Gattullo all'interno della boutique Vierre
con bollicine dello Champagne Moet & Chandon


 foto Catalano©SGP


 Nel tempio dell’alta moda di Prada a deliziare gli ospiti una selezione della migliore pasticceria di Cova

foto Catalano©SGP

Champagne Cartier, biscottini, crostatine alla frutta e gelée realizzati dalla pasticceria Marchesi alla boutique Cartier
  
foto Catalano©SGP








 
























domenica 22 maggio 2011

Premiata _ Ricambio






Il regolamento è il seguente:

_linkare la persona che ti ha passato il premio
_raccontare 7 cose su di te
_premiare 15 blog e avvisare i blogger che riceveranno il premio

7 cose di me :
1. disordinata (ordine?)
2. ritardataria (quando mi date un appuntamento, mentite sull'orario..30 minuti prima)
3. introversa (prima studio persone e contesto, poi mi lascio andare)
4. giudiziosa (prima di fare una pazzia, ci penso 5..dicamo 6 volte)
5. incasinata mentalmente (il disordine del mio armadio rappresenta quello che ho in testa)
6. sognatrice (..credo nelle favole..)
7. altruista

Ed ora un elenco dei blog che ho avuto modo di conoscere in questi 5 mesi da blogger:


Ci sono riuscita, incredibile, adesso tocca a voi!! 
Grazie ancora per il premio,  AlCuoco!!

Ne approfitto: pubblicità al mio contest..vi aspetto!!








 

In meno di 20 minuti...io riciclo!! Crostini di pandoro con crema greca e lamponi





Presto che è tardi!!!  2000 cose da fare e alla fine ti ritrovi con un pugno di mosche in mano!

Ecco perchè prendo spesso carta e penna e durante il viaggio in metropolitana penso a cosa preparare per cena o per pranzo, soprattutto per invitati speciali, anche se non riuscirò a fare la spesa.....via con il riciclo!!


Un pandoro confezionato  (non ancora scaduto!) avanzato dai festeggiamenti natalizi
potrebbe essere d'aiuto!!



Ingredienti _ 6 crostini:

2 fette di pandoro
1 confezione di lamponi freschi
1 confezione di yogurt greco Total Fage
2 cucchiaini di miele di timo
zucchero a velo






Procedimento:

tagliare a stella due fette di pandoro alte 2 cm max
tagliare 6 rettangolini tutti uguali
metterli in forno già caldo (180°) fino a che non saranno diventati leggermente dorati
preparare lo yogurt greco mescolato con il miele
lavare i lamponi

estrarre il pandoro dal forno
preparare per ogni rettangolino un cucchiaio abbondante di yogurt
completare con un lampone in cima



Come presentarlo:




Consiglio un piatto bianco per far risaltare i colori dei crostini, riprendendo la tonalità dello yogurt

Una spolverata di zucchero a velo come base e giocate con gli ingredienti utilizzati durante la preparazione!



Partecipando al contest "In 20 minuti o meno"_ in 20 minuti io..... riciclo!!!



Rientra nelle categorie archcook:

cheap-cook perchè con un pandoro avanzato, un po' di yogurt greco e la frutta che si ha in casa ci si può davvero sbizzarrire con pochi €!
cool-cook sapori invernali, cremosità primaverile, colore e frutta estiva, che tripudio di gusti!
fast-cook quanto tempo occorre? già finito!


venerdì 20 maggio 2011

Let's Brunch - il mio primo "contest"!

Da blogger ancora inesperta vorrei lanciarvi una proposta-contest mentre mi impegno ad imparare dai vostri blogs superfantastici,
ricchi di passione e attenzione per quelle favolose creazioni culinarie!


Non ci saranno premi se non una classifica dei vincitori e del loro blog
ben pubblicizzata su vari social networks e passaparola, per:




miglior ricetta
miglior fotografia
miglior mise en place
miglior oggetto di design sulla tavola 




Chi giudicherà?  io (archcook) e la mia squadra di architetti affamati e insaziabili!
- Gloria
- Filippo
- Sara
- Riccardo


tutti e 5 laureandi in Architettura degli Interni!!




aggiornamento 8.8.11 __ accettiamo suggerimenti con "mi piace" alle vostre ricette preferite: Food DesignHome, le  ricette sono pubblicate e votabili





Rimarrà un'occasione per condividere le vostre idee riguardo uno degli appuntamenti più in voga degli ultimi tempi:
il BRUNCH


Condizioni per partecipare:


- pubblicare il banner sia sul post sia sul vostro blog
- utilizzare almeno uno degli ingredienti proposti sull'immagine del banner
- max 2 ricette per blogger



Condizioni facoltative...ovviamente graditissime...:


- diventare sostenitori di questo blog (archcook)
- diventare fan della pagina ufficiale Food DesignHome  , per chi è iscritto a facebook, con un semplice "Mi Piace" !
- consigliare un locale, bar o altro dove preferite consumare il vostro brunch (o il pranzo se non avete mai avuto occasione di organizzare un'uscita per il brunch) nel post




Per il resto, non vediamo l'ora di curiosare tra le vostre ricette!!!
Valgono ricette già postate, nessun vincolo o altro se non
la scadenza il 30 giugno 2011  !!!


scadenza prorogata al 4 settembre 2011


per questioni organizzative, per gli esami che incombono e per darvi più tempo, vi aspetto tutti entro la mezzanotte del 4 Settembre 2011....chissà che nel frattempo non abbia trovato un premio per i vincitori!!!




AGGIORNAMENTO del 12.7.2011
Ebbene sì, avrò un premio per voi vincitori...goloso, ma che dico goloso, golosissimo!



Le ricette in concorso:

  1. BRUNCH DELLA DOMENICA  divertirsi mangiando
  2. TORTA SAINT HONORE  sunday's kitchen
  3. AMERICAN PANCAKE  una cucina tutta per sè
  4. BRUNCH UOVA IN COCOTTE la liquirizia rossa
  5. TORTA DI CIOCCOLATO CON CREMA DI FRAGOLE cucina del mondo e non solo
  6. CAKE CON POMODORINI 17 modi di mangiare il mango
  7. UOVA FARCITE CON CAVIALE Tina in cucina
  8. GIRELLE DI PANE FARCITE oggi pane e salame, domani..
  9. CROSTINI DI CARCIOFI E GUACAMOLE oggi pane e salame, domani..
  10. MELA, BRESAOLA E MOUSSE DI FORMAGGIO creare con lo zucchero
  11. TORTA PARADISO divertirsi mangiando
  12. SPIEDINI DI CODA DI ROSPO E PANCETTA riccioli di cioccolato
  13. GELATO ALLA CREMA CON UVETTA E ZENZERO un'arbanella di basilico
  14. COUS COUS ESTIVO pasticci gourmet
  15. ASPIC DI POMODORO E YOGURT la cucina di mamma loredana
  16. INVOLTINI ESTIVI DI ZUCCHINA E COTTO ...ricci, picci e capricci...
  17. TARTE TATIN ALLE ALBICOCCHE Il ricettario di Cinzia
  18. ..CIAMBELLA VARIEGATA La cucina di Lisa
  19. FRITTATONA AL FORNO CON PINOLI Voglia di cucina, Voglia di sognare..
  20. CHEESECAKE CLASSICA VS CHEESECAKE AL CIOCCOLATO Arnalda Gourmet
  21. MUFFINS AI MIRTILLI E CANNELLA Leivinvita
  22. CACIOCAVALLO DELLE MONACHE E PROSCIUTTO COTTO DI PRAGA IN SFOGLIA 17 modi di mangiare il mango
  23. PFLAUMENKUCHEN INTEGRALE Pasticci gourmet














    lunedì 16 maggio 2011

    Dal Design...i pezzi CULT


    E' trascorso già un mese dal Salone del Mobile 2011, ma non è ancora tempo di abbandonare gli oggetti di design che riappaiono nelle case di tutti noi, anche in quella dei nonni.
    Talvolta sono dove non ti aspetteresti di trovarli dal momento che sono entrati nella storia,
    la storia del design diventando degli intramontabili pezzi cult!




    Radio Il Cubo di Zanuso e Sapper per Brionvega - 1964

    Nel 1964 nasce il radioricevitore ts522, conosciuto in tutto il mondo come il "cubo" Brionvega. Design potenza, nella radio che si apre a guscio, firmata da marco Zanuso e Richard Shapper.








    Calendario Timor di Enzo Mari per Danese - 1967

    Ha una base in ABS  ed una serie di fascette in PVC litografato che riportano numero e  nome del giorno e del mese, fissate ad un perno che ne permette la rotazione. L’apertura a ventaglio delle fascette permette di avere sempre tutti i giorni davanti agli occhi e di scegliere dal mazzo. Enzo Mari indaga intorno alla sperimentazione di nuove forme valicando gli schemi formali tradizionali giungendo a dare al prodotto un nuovo significato formale.




    Sedia Panton Chair Classic di Verner Panton per Vitra - 1960

    Alla fine degli anni ’60 Verner Panton debuttò con la “Panton Chair” la prima sedia realizzata interamente con un unico foglio di plastica (che riprendeva il concetto della Sedia S realizzata in compensato nel 1955) e che invece di suggerire la sua funzione, tendeva a nasconderla.

     

    Sedia Plia di Giancarlo Piretti per Haworth Castelli - 1969

    "Una sedia di grandissimo successo, veramente oggetto di produzione industriale, e ineccepibile sia come disegno che come tecnologia è la Plia, messa in produzione dall'Anonima Castelli su disegno di Giancarlo Piretti, con schienale e sedile in acetato trasparente e struttura in tubo di acciaio appiattito. La Plia ha conosciuto un mercato veramente mondiale ed è stata oggetto di innumerevoli copie."
    Un modello è attualmente esposto anche nella sezione permanente di design del Museo di Arte Moderna di New York - MOMA. Le dimensioni della sedia chiusa sono cm 88 di lunghezza e cm 48 di larghezza.




    Poltrona Sacco di Gatti, Paolini e Teodoro per Zanotta - 1968

    La poltrona Sacco di Zanotta è anatomica e si presenta come un involucro contenente palline di polistirolo espanso ad alta resistenza. Vari i materiali proposti per rivestimento, alcuni dei quali sfoderabili.


    Letto Nathalie di Vico Magistretti per Flou - 1978

    Progettato da Vico Magistretti nello stesso anno in cui è nata la Flou, Nathalie ha rappresentato un’innovazione non solo tipologica ma formale e strutturale, in cui letto, accessori e biancheria si integravano in un unico progetto. Un vero e proprio passepartout divenuto in breve uno standard.






    Portariviste di Giotto Stoppino per Kartell - 1972

    Portariviste a 4 tasche nella cui parte centrale è alloggiata una maniglia che ne facilita la presa. La forma è essenziale e decisamente pratica, è un bell’oggetto che può essere collocato con facilità in ogni ambiente. Un classico del design italiano, un oggetto che fa parte della storia di Kartell che viene proposto oltre che nella versione originale anche in nuovi colori e finiture originali.
    Divano Charles di Antonio Citterio per B&B Italia - 1997

    La possibilità di comporre un elevato numero di sedute, partendo da sedici elementi per tipologia e dimensioni diversi è il principio al quale CHARLES si ispira.






    Libreria Bookworm di Ron Arad per Kartell - 1994

    La libreria di Kartell capace di flettersi e modellarsi nella forma desiderata pur mantenendo stabilità e funzionalità. E' dotata di comodi supporti divisori capaci di sostenere fino a 10 Kg.



    Libreria Random di Neuland Industriedesign per MDF Italia - 2005

    Presentata nel 2005, Random ha innovato il concetto di libreria tradizionale con modulo a "scatola" introducendo il concetto di libreria "in movimento", sempre più oggetto di design e decorativo non tralasciando però la funzione di elemento contenitore.