mercoledì 18 aprile 2012

LA CONICA caffettiera espresso di Aldo Rossi



nome oggetto: La Conica
funzione: caffettiera
disegnato per: Alessi
designer: Aldo Rossi (architetto)
anno: 1983


Siamo nei primi anni '80 quando il direttore artistico dell'Alessi, Alessandro Mendini, propone come progetto una nuova linea di servizi "Tea & Coffee Piazza" riunendo intorno a sè architetti di livello internazionale che per l'occasione avrebbero avuto il compito di eseguire ricerche sul design.
Nella cerchia dei prescelti, Aldo Rossi, architetto e designer, si confronterà per Alessi con un oggetto tipicamente domestico come la caffettiera. Abituato ad affrontare progetti in ambiti cittadini o metropolitani, l'oggetto in questione si farà portavoce del rapporto dialettico tra architettura e design. Forse per la forma rigorosa e le linee evocative, probabili reminiscenze legate al Teatro del Mondo realizzato nel 1979 per Venezia, La Conica diventerà icona del design degli anni '80.

Avvincenti, ironici, dai suoi schizzi preparatori traspare tutto il pensiero e lo studio del dettaglio, la ricerca di Rossi sugli archetipi. Disse bene Paolo Portoghesi, che assegnandogli il compito di ideare il Teatro del Mondo, e osservandolo disegnare citò la poesia di Libero de Libero:

« dal nulla che ero,
mi facesti dono
d'essere
uno che ti guardava »





La caffettiera espresso in acciaio inossidabile 18/10 lucido del fondo in rame irrompe nelle case degli italiani con grande orgoglio dell'azienda Alessi che sostenne il designer nel progetto successivo e più economico: La Cupola.

dettagli archcook:

edizione speciale 2009 per 25 anni di produzione
15cl Ø 7,5cm - h 23,5cm
per i collezionisti esiste in commercio la miniatura, dimensioni: 4x2,6cm - h 8cm

  • non adatta alle piastre a induzione






6 commenti:

Günther ha detto...

è stata un mito per tanti anni

Alessandra ha detto...

Proprio bella!!

Vaty ♪ ha detto...

un mito! io ho la teiera e ce l'ho lì, in cucina, e mi fa da arredo:)

Vica in cucina ha detto...

Che bella!!!

v@le ha detto...

aldo è il padre della nostra facoltà :)
mi fa piacere rivederlo anche nel blog di cucina :)

No sugar please... ha detto...

Sempre attualissima...