lunedì 29 ottobre 2012

Occhietti di mirtillo...da paura - Toschi



"Dolcetto o scherzetto?!"
Sembra che da una sola notte di festa e "orribili" travestimenti, Halloween sia diventato il pretesto per fare baldoria dal 15 al 31 Ottobre con feste, celebrazioni, preparazioni "spaventose". Anche dalla cucina di Archcook, per Toschi, è giunta una ventata di terrore...con dei dolcetti rapidissimi da preparare, light e a prova di bimbi suggestionabili o dall'inarrestabile fantasia.

Ingredienti

200g ricotta fresca
100g farina di riso
100g farina di cocco
150g di zucchero semolato
30g di mirtilli in sciroppo Toschi

rivestimento esterno
farina di cocco - cocco a scaglie


Procedimento

versare e amalgamere in un recipiente ricotta, farina di cocco, farina di riso, zucchero
dopo aver ottenuto un impasto compatto e soffice formare con l'aiuto dei palmi delle mani delle sfere di max 2 cm di diametro
passare le palline in una ciotola colma di farina di cocco per guarnire la superficie esterna
creare una fossetta su ciascuna pallina e affondare un mirtillo sgocciolato
conservare in frigorifero almeno 3 ore prima di servire i vostri Occhietti di mirtillo...da paura!

Suggerimenti
Se preferite che i granelli di zucchero non si avvertano al momento dell'assaggio, io ho creato una polvere bianca e delicata frullando a secco la quantita di zucchero necessaria.


giovedì 25 ottobre 2012

Un caco disse al caprino che la polenta stava friggendo



Niente di più facile e veloce per un post di passaggio, di una proposta finger food nata per caso durante il mio delirio creativo, da sottoporre al giudizio di tre personaggi speciali e uno chef pronto a dispensare consigli e, perchè no, da mettere in gara tra le 1000 ricette raccolte dalle ragazze di AbouFood!



Ingredienti:

2 cachi
polenta, del giorno prima, con farine di Molino Filippi
4 caprini
un bicchiere di panna fresca
olio da frittura/semi
olio extra vergine
sale
pepe



Procedimento:

Frullare i cachi e porre il composto in una scodellina.
Tagliare a cubetti la polenta e friggerli.
Frullare fino a formare un composto denso caprini, versare lentamente la panna, olio extra vergine, sale, pepe qb.



Istruzioni d'uso!!
  • Impossessarsi di un bocconcino di polenta
  • Raccogliere con la polenta croccante una piccola quantità di crema di caprino
  • Sporcare del color mattone del caco il mio bonbon "incremato"
  • Via all'assaggio!
  • Fare il bis




Con questa ricetta partecipo al contest L’Autunno in un Boccone ideato da About Food e Cassandra.it - vendita di prodotti tipici di Alta Gastronomia



mercoledì 24 ottobre 2012

Mai più senza il modello "K" KitchenAid - Egmont Arens





nome oggetto: modello K
funzione: robot da cucina
disegnato per: KitchenAid
designer: Egmont Arens
anno: 1937


Era il lontano 1937 quando Egmont Arens (1889-1966), editore americano delle celebri riviste Creative Arts e Vanity Fair, decide di condividere il suo know-how da designer di fama mondiale con il brand KitchenAid. Elegante, forme sinuose, manico ergonomico e resistenza sono evidenti caratteristiche del modello "K" una delle sue creazioni divenuta oggi mito e necessità in cucina. Esposto nei musei ha ricevuto numerosi riconoscimenti e vanta un design pressochè intatto dal modello originale.

"The first mixer was introduced in 1919, but it was Arens' 1937 Model K design that really captivated consumers."
Poichè fu Herbert Johnson nel 1919 a inventare la prima impastatrice domestica che rivoluzionò la vita degli addetti in cucina, professionisti e non, conosciuta come "H5". Periodo illuminante che vide nascere il nome del marchio quando, al momento di testare il prodotto, la moglie di un dirigente esclamò: "I don't care what you call it, it's the best kitchen aid I've ever had"




Ancora oggi viene utilizzato lo stesso motore a trasmissione diretta e costruito a mano con parti in lega metallica e con tutta l'attenzione per i dettagli.
Mai più senza...























lunedì 22 ottobre 2012

Involtini vegetariani di melanzane al rosso... MUTTI




Un incontro all'insegna della tradizione, della storia di una famiglia e dell'omonima azienda, Francesco Mutti ha presentato come special guest il Triplo Concentrato di Pomodoro. Composte le squadre e svelate le ricette che avrebbero caratterizzato la serata Artista del Fornello" (video squadra1), una volta tornata all'ovile non potevo che cimentarmi nella preparazione di qualche ghiottoneria tra le mura domestiche...fonte di grande ispirazione è stata la chiacchierata con alcune persone presenti all'evento che mi hanno coinvolto in discorsi da...vegetariani! 


Ingredienti

1 melanzana grande
5 cucchiai passata di pomodoro Mutti
scamorza dolce
pomodorini ciliegino
parmigiano reggano grattugiato
timo
olio evo
sale 


Procedimento

mondare la melanzana
tagliare a fette abbastanza sottili la melanzana 
cospargere con un po' di sale e attendere che le fette eliminino l'acqua in eccesso
sciacquare, asciugare le fette e grigliare

tagliare fette sottili la scamorza
lavare e affettare i pomodorini
formare su ciascuna fetta di melanzana uno strato di scamorza e uno di pomodori
spolverare con del timo fresco polverizzato
avvolgere per formare l'involtino
nella cocotte STAUB versare un filo d'olio extra vergine
posare gli involtini
aggiungere la passata di pomodoro Mutti
parmigiano grattugiato
un pizzico di sale 

far cuocere con coperchio su fuoco medio per 15 minuti




dettagli archcook
cocotte STAUB

venerdì 19 ottobre 2012

Strudel con Amarene precaramellate - TOSCHI




Dalle Alpi alle colline Vignolesi, un dolce che profuma di tradizione e stuzzica la fantasia!


Ingredienti

rotolo di pasta sfoglia rettangolare
80g burro
60g zucchero di canna
1,5kg mele golden
50g pinoli
50g gherigli di noci
2 cucchiaini di cannella in polvere
20 ml di rum


Prendere appunti e seguire il video tutorial



dettagli archcook
piatto XL e tovaglietta ilil
posate Rivadossi



martedì 16 ottobre 2012

Keep Calm and Let's Go to 202 Hamburger & Delicious Delivery



Mattoni a vista, rivestimenti in ceramica bianca e legno esibito nel suo naturale splendore o verniciato, oggetti vintage, non manca nulla all'interno del 202 Hamburger & Delicious Delivery per far respirare la quotidianità della Grande Mela a Milano, meta di turisti sì, ma in alcune vie tipiche della movida, impossibile non attirare l'attenzione di chiunque, giovani studenti e lavoratori affamati, per pranzo o fino notte fonda. Una volta accomodati sugli sgabelli retrò dimenticarsi dello scorrere del tempo fa parte del menù che offre una vasta scelta tra hamburger, fritti, salse, insalate, zuppe, dessert american style, caffè e bevande...


Eccellenza delle materie prime, tipica atmosfera newyorkese e cordialità sono gli ingredienti che fanno del 202 Hamburger & Delicious Delivery l'orgoglio di Roberto, sua moglie Marta, e l'amica Alicia. L'entusiasmo è alle stelle, la clientela apprezza a pieni voti, per questi e altri validi motivi a breve un altra area della città meneghina potrà esultare per la nuova apertura in Via Terraggio.

Le novità non sono finite...nell'attesa è d'obbligo provare il Kick Ass Burger:
180gr carne manzo
filetto di pollo alla piastra
cheddar
bacon
cipolla cotta alla piastra
cipolla fritta
ketchup
maionese
lattuga
pomodoro
...e l'ingrediente segreto del 202

Un consiglio: mentre sarete intenti a spingere la porta d'ingresso e prima di varcare la soglia, osservate per un istante la maniglia, un indizio? E' opera di Giovanni Scafuro, handesigner





202 Hamburger & Delicious Delivery
Corso di Porta Ticinese, 6
Milano

giovedì 11 ottobre 2012

Non facciamo dello Spirito - TOSCHI



Dopo una trepidante attesa, necessaria per ultimare il menù e curare in ogni dettaglio la serata all'Hotel Hub di Milano, finalmente ci siamo ritrovati a condividere sapori e storia del territorio emiliano, specialmente i prodotti di Vignola e dell'azienda Toschi.
Non Facciamo dello Spirito così Carlo Vischi ha intitolato la serata in cui non sono mancate le sorprese: due barbecue nella hall dell'hotel hanno immediatamente diffuso profumi invitanti, ma maggiore è stato lo stupore nell'appurare che a cuocere ci fosse una crostata alle amarene Toschi, da un'idea vincente di Gianni Guizzardi!
Diverse tipologie di Lambrusco hanno accompagnato le prelibatezze servite ai 90 ospiti dall'aperitivo al dessert.
Gli chef sono stati veri maestri nello scegliere svariati tipi di carne adattandoli al gelato alla mela come per lo Speck d'anatra affumicato al faggio, crumble alle mandorle e gelato alla mela verde di Sandro Mesiti, robiola e amarene, risotto zucca e blue di capra con gocce di Tradizionale di Modena. Igles Corelli si è occupato dell' Anatra croccante che incontra Vignola preparando una delicata salsa d'accompagnamento...



...per concludere con un dessert da lasciare senza fiato e attirare moltissimi curiosi alla vetrata che separa la sala del Mirror Restaurant dalla cucina professionale. Zuppa di amarene con zabaione ghiacciato all'azoto! Magie che si consumano in diretta e finiscono per risvegliare la fantasia.
Grande piacere per tutti avere tra gli invitati alcuni Susanna, Stefano e Massimo Toschi che hanno condiviso con soddisfazione le specialità proposte dagli chef.



mercoledì 10 ottobre 2012

Quiche vegetariana con broccoli e patate - ZWILLING J.A. HENCKELS




E' quasi trascorso un anno dalle prime lezioni di taglio durante la mia permanenza a I.F.S.E e grazie a strumenti professionali come spelucchino e pelapatate Zwilling J.A. Henckels mi pare doveroso procede alla pelatura delle patate senza indugi! 
Cominciamo?
Mentre i broccoli si stanno ammorbidendo lentamente attraverso una cottura al vapore, passare dalla tornitura alla preparazione di una dadolata di patate, facendo attenzione a non perfezionare la manicure con il coltello (talvolta non è necessario...), scaldare in una padella antiaderente uno spicchio d'aglio con olio d'oliva, il timo fresco tritato finemente, unire le patate, ancora timo, sale e lasciare cuocere a fuoco medio con coperchio...


Ingredienti

rotolo di pasta sfoglia
1 broccolo grande
150g toma
4 patate medie
30g pinoli
uno spicchio d'aglio
parmigiano reggiano
1/2 bicchiere di latte
1/2 bicchiere di panna da cucina vegetale
2 uova
olio d'oliva
timo fresco
sale-pepe



...procedimento

...a 3/4 di cottura delle patate aggiungere il broccolo croccante dopo averlo spezzettato 
grossolanamente e ultimare la cottura con coperchio
salare, pepare e unire i pinoli

in un recipiente sbattere le uova, aggiungere il latte e la panna
aggiungere la toma tagliata a dadini e il parmigiano grattugiato

scaldare il forno a 180°

amalgamare le verdure nel recipiente delle uova

rivestire la teglia con pasta sfoglia insieme alla carta forno
versare il composto e infornare per 40 minuti
ottenendo una buona doratura della pasta sfoglia

servire tiepida!!



NON dimenticare di postare la ricetta per poter partecipare al contest Zwilling J.A. Henckels - SAPORI DI FINE ESTATE. Premi meravigliosi ci attendono!! 
qui trovi il regolamento fino al 31 Ottobre 2012



dettagli archcook
spelucchino-pelapatate Zwilling J.A. Henckels
alzatina in vetro Maxwell&Williams


martedì 9 ottobre 2012

Atmosfera bohémien a Milano - THAT'S FOOD




Quante volte dalla vostra scrivania in ufficio avrete desiderato alzare la cornetta e prenotare il pranzo da un ricco menù aggiornato quotidianamente e consumarlo comodamente sulla vostra poltrona insieme ai colleghi?! O forse cercavate quel localino, fuori dalla movida, dove poter celebrare un evento a voi caro assieme unicamente agli amici facendovi guidare nella degustazione di vini e assaggi di formaggi?





Nato come delivery nel 2011, Fulvio Eva, Gianmaria Miracoli e sua moglie, hanno dato vita ad un grazioso locale nei pressi della Rotonda della Besana a Milano. Una ventata parigina nella città del panettone che non delude le aspettative di chi passa a far loro visita. Cavallo di battaglia la Tartare di Manzo, insalatone e carpacci a piatti più elaborati, da consumare in un ambiente arredato con gusto, un mix tra shabby chic e bohémien, un contenitore di sogni e magie, lampadari di tessuto cilindrici di varie taglie e colori caldi si calano dall'altissimo soffitto. 
Complementi selezionati nei mercatini, finiture delicate, metallo, legno, vimini si incontrano con oggetti dal gusto contemporaneo. Sulla tavola il design fa da legante incontrastato tra vecchio e nuovo. I calici regalano eleganza a un piatto di salumi selezionati. I colori seducenti e lo spazio compatto scaldano l'atmosfera parisienne, i prodotti pronti al taglio riposano temporaneamente in bellavista nella vetrina del bancone dove ciascuna pietanza viene preparata espressa sotto gli sguardi incuriositi e i palati impazienti della clientela.







That's Food
via Spartaco, 11
20135 Milano
tel. 02 39 844 252